Secondo l’art. 1 del CCNL per i Dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi “sono Dirigenti i prestatori di lavoro per i quali sussistano le condizioni di subordinazione di cui all’art. 2094 del cod. civ. e che ricoprono nell’azienda un ruolo caratterizzato da un elevato grado di professionalità, autonomia e potere decisionale ed esplicano…

Nel presente articolo affrontiamo il tema della rivendicazione della qualifica di dirigente, e – in particolare – affrontiamo quali siano gli elementi necessari perchè un rapporto di lavoro possa essere qualificato come dirigenziale, partendo da un recente caso di giurisprudenza. Ebbene ai fini della rivendicazione della qualifica di dirigente (nel quale il lavoratore gode di…

Cosa succede se un Patto di prova in un contratto di lavoro dirigenziale viene stabilito in una durata superiore a quella indicata dal CCNL Dirigenti? Si tratta di una clausola che deve ritenersi più sfavorevole per il dirigente e, come tale, è sostituita di diritto ex art. 2077, secondo comma cod. civ., salvo che il prolungamento…

È possibile apporre al patto di non concorrenza alcune clausole accessorie quali: il patto di opzione, il diritto di recesso e la clausola penale Il patto di opzione, in base all’art. 1331 c.c., presuppone che una parte effettui una proposta vincolante irrevocabile che l’altra parte si riserva di accettare entro un dato termine. L’opzione, applicata…

© 2017, by DirittiLavoro – Studio Legale

logo-footer