Il 30 luglio 2019 è stato firmato l’accordo per il rinnovo del CCNL Dirigenti Industria, che sarà valido fino al 31 dicembre 2023.
Vediamo rapidamente le principali novità.
Anzitutto c’è un intervento sulla retribuzione minima garantita, che crescerà progressivamente, dai 69.000 euro nel 2019 ai 72.000 nel 2023.
Per quanto riguarda invece le ferie superiori le 4 settimane non godute, il Dirigente perde il diritto al pagamento se la mancata fruizione è frutto di libera scelta.
Per quanto riguarda il periodo di comporto, si precisa che la durata dei 12 mesi di conservazione del posto fa riferimento agli ultimi 3 anni.
Quanto alla indennità supplementare in caso di licenziamento:
4 mesi per il dirigente con anzianità fino a 2 anni
tra 4 e 8 per il dirigente con anzianità fino a 6 anni
tra 8 e 12 per il dirigente con anzianità tra i 6 e i 10 anni
tra 12 e 18 per il dirigente con anzianità tra 10 e 15 anni
tra 18 e 24 per il dirigente con anzianità superiore ai 15 anni.

© 2017, by DirittiLavoro – Studio Legale

logo-footer